TikTok e Marketing: come fare ADV sulla piattaforma più amata dai giovani

tiktok
PARTIAMO DALL’INIZIO: CHE COS’E’ TIK TOK? E PERCHE’ PREOCCUPA ANCHE GOOGLE?

Tik Tok è la piattaforma che conta più di un miliardo di utenti. Un miliardo di persone che scrollano, condividono, accettano sfide e seguono i trend del momento e il successo della piattaforma è in costante aumento.

La maggior parte degli iscritti non supera i 18 anni e il 65% è di sesso femminile.

Con 1,5 miliardi di utenti attivi al mese (di cui 2 milioni solo in Italia, 4 in Francia e 4 in Germania), oggi TikTok vanta più utenti mensili di Snapchat e Twitter.

Attenzione però, non è esatto definirlo Social Network. È più appropriato definire TikTok una “piattaforma mobile per video brevi”: scorrendo il proprio feed è possibile diventare spettatori di mini scenette divertenti di 60 secondi, parodie, trucchetti e balletti a ritmo di musica dall’effetto assuefazione assicurato.

Un palcoscenico a portata di smartphone in cui è possibile esprimere sé stessi e dare sfogo alla propria creatività. Poi se questo riesce anche a pagare le bollette ancora meglio (vedi Khaby Lame).

Fino ad agosto 2018, TikTok si chiamava Musical.ly, e non la conosceva quasi nessuno, se non i giovanissimi (età media 12 anni).

LA SVOLTA

Poi la svolta determinata dall’acquisizione da parte della Beijing ByteDance Technology Co Ltd (uno scioglilingua praticamente) per ben un miliardo di dollari e dalla fusione con un altro prodotto simile, fino al rilancio con un nuovo nome, TikTok, decisamente più accattivante. Un’idea che ha fruttato alla società cinese un giro d’affari di quasi otto miliardi di dollari (incredibile no?).

Oggi TikTok è valutata oltre 75 miliardi di dollari e ad agosto è stata l’app più scaricata al mondo!

Un successo tanto strabiliante da aver incuriosito, e forse anche preoccupato un po’, persino Google, che pare stia valutando l’acquisizione di una startup concorrente per la condivisione di video: Firework che punta tutto sulle potenzialità virali dei video brevi, ma individuando un target più “maturo” rispetto a quello prettamente adolescenziale che vanta TikTok.

Lo slogan di TikTok è «Make every second count» («Fai che ogni secondo conti»). E infatti non è possibile caricarvi video più lunghi di 60 secondi. Vietato dilungarsi in estenuanti spiegazioni come nei tutorial che spopolano su Youtube, vietato annoiare (anche perché l’obiettivo è impedire che l’utente muova il pollice se non per mettere un cuoricino), vietato perdere tempo: su Tik Tok bisogna stupire, divertire, colpire subito nel segno, altrimenti si resta 1 su un miliardo e se Gianni Morandi cantava “Uno su mille ce la fa” figuriamoci 1 su un miliardo.

I video possono essere girati live, personalizzati con effetti e filtri divertenti, emoji e filtri facciali, effetti di bellezza e caricature divertenti. Prima di essere pubblicati, i video possono essere sistemati e modificati direttamente sulla piattaforma grazie ai vari strumenti di editing integrati che permettono di tagliarli, accorciarli, unirli o duplicarli.

DIVENTARE TIKTOKER: IL SOGNO NEL CASSETTO DELLA GENERAZIONE Z

TikToker: chi sono?

Si chiamano così gli utenti più famosi e popolari di TikTok e, un po’ come gli influencer dei social network, guadagnano grazie alle sponsorizzazioni, riuscendo a sfruttare al massimo la propria popolarità.

Vediamone alcuni esempi.

C’è Baby Ariel, con i suoi 30 milioni di follower (più altri 9,5 milioni su Instagram) che grazie ai guadagni con le sponsorizzazioni di marchi famosi ha ideato e lanciato una linea di prodotti brandizzati.

C’è la modella Kristen Hancher, con 23 milioni di follower, che aggiungendo TikTok ai suoi canali social è riuscita a guadagnare 400 mila dollari.

Elisa Maino, 18enne romana, è riuscita a raggruppare intorno a sé una schiera di 4.2 milioni di follower e ha già pubblicato un libro, dal titolo #OPS, da cui verrà anche tratto un film.

Per non parlare di Khaby Lame che conta più di 100 milioni (si avete capito bene 100 milioni) di follower ed è diventata una vera e propria star con un patrimonio che pare sia compreso tra $ 1,3 milioni e $ 2,7 milioni.

E poi si dice che i social siano una perdita di tempo.

La lista dei TikToker famosi sarà senza dubbio presto molto più lunga, considerando che diverse star internazionali stanno fiutando le opportunità offerte dalla piattaforma e stanno cominciando a inserire i primi contenuti. In Italia, i primi VIP a iscriversi a Tik Tok sono stati Fiorello e Michelle Hunziker, a cui si sono aggiunte altre realtà come X Factor, Zelig, o club sportivi come la Roma e l’Inter.

MA ARRIVIAMO AL PUNTO.

COME FARE PUBBLICITA’ SULLA PIATTAFORMA PIU AMATA DAI I GIOVANI DI TUTTO IL MONDO?

Scopriamo insieme alcuni trucchi per iniziare a lanciare campagne Ads su TikTok.

La pubblicità su TikTok cresce allo stesso ritmo con cui cresce la piattaforma. Ogni giorno sempre di più e ogni giorno un numero sempre maggiore di inserzionisti decide di investire su questa piattaforma altamente performante, lanciando campagne di Paid Media.

I numeri, infatti, sono molto interessanti: 800 milioni di utenti attivi al mese (DataReportal)!

TIKTOK PER LE IMPRESE: NE VALE LA PENA?

Appurato che TikTok piace ormai a tutti, ci si chiede se sia adatto per contenuti brandizzati e adv.

La domanda sembra quasi retorica perché la risposta è ovvia: SI. A patto che il prodotto o servizio che si vuole pubblicizzare sia adatto agli utenti di questo canale. Oltretutto è un mercato non ancora saturo e i prezzi sono molto competitivi.

Ecco alcuni elementi che ti aiuteranno a capire e scegliere se investire o meno in questa piattaforma:

  • Portata globale: gli utenti di TikTok sono sparsi in più di 150 Paesi.
  • Alti livelli di partecipazione: formati divertenti e creativi generano un ottimo livello di risposta e partecipazione tra gli utenti.
  • Strumenti al servizio dei tuoi annunci: la piattaforma mette a disposizione dei brand tante risorse per far emergere il loro lato più creativo.
  • Target preciso: puoi entrare in contatto con i tuoi potenziali clienti indirizzando i tuoi annunci in base a sesso, località, età, interessi e altre variabili.
  • Monitoraggio trasparente: monitora le prestazioni dei tuoi annunci in modo semplice e con dati aggiornati.

COME VENGONO PERCEPITE LE PUBBLICITA’ SU TIKTOK?

Bisogna sempre porsi questa domanda quando si fa pubblicità su una piattaforma.

Uno studio Kantar pubblicato da TikTok, condotto tra settembre 2020 e gennaio 2021 su oltre 25.000 persone, raccoglie il punto di vista degli utenti e sono venuti fuori questi risultati:

  • Il 72% degli intervistati ha trovato stimolanti gli annunci su TikTok.
  • 7 persone su 10 credono che gli annunci su questa piattaforma definiscano le tendenze.
  • Gli utenti trovano piacevoli gli annunci ben integrati.
  • Il 67% degli utenti concorda sul fatto che gli annunci TikTok catturano la loro attenzione (10% in più rispetto ad altre piattaforme).
  • Il formato TopView di TikTok è preferito dal 72% degli intervistati, per via della sua posizione naturale all’interno della piattaforma.

Quindi è facilmente intuibile dall’analisi del Sentiment non c’è ostacolo alcuno alla pubblicità sulla piattaforma.

UN’ALTRA IMPORTANTE DOMANDA: IL MIO BUYER PERSONA E’ SU TIKTOK?

Se il tuo target di riferimento è la Generazione Z devi assolutamente inserire TikTok nella strategia del tuo piano di marketing digitale. Il 66% dei suoi utenti, come abbiamo visto, ha meno di 30 anni. Ma è anche vero che la fascia di età utenti si sta piano piano alzando.

È molto comune, infatti, che i giovani siano i primi ad approdare sui social, lasciando il posto ai più grandi. Pertanto, è importante non perdere di vista come si sta evolvendo questo social network.

QUALI SONO I FORMATI DEGLI ANNUNCI?

La piattaforma offre agli inserzionisti vari tipi di formati per raggiungere obiettividiversi .

Vediamoli insieme:

Brand Takeover

Immagine o video a schermo intero con una Call To Action che appare quando l’utente apre l’App garantendo un grande impatto. Essendo inoltre cliccabile permette di avere sia un link interno che esterno. Ovviamente, per non saturare gli utenti, è consentito un solo inserzionista al giorno.

Top View

In questo caso si tratta di un annuncio video che viene mostrato nella migliore posizione possibile su TikTok. L’obiettivo è ottenere visibilità e attirare l’attenzione dell’utente, aumentando così la propria brand awareness.

Hashtag Challenge

Questo formato sfrutta la naturale tendenza degli utenti di TikTok a creare e condividere sfide. I brand possono crearne di propri e quindi far sì che l’utente crei i propri contenuti e gli dia visibilità. Il tasso di interazione con gli utenti con questo formato è molto alto.

Funziona così: il personaggio o il brand che lancia la sfida crea un video, sceglie la canzone di sottofondo, e invita poi gli utenti a girare una loro versione o interpretazione del video, pubblicando il risultato con l’hashtag creato ad hoc. Grazie a una rete di creativi locali a cui si affiderà TikTok, sarà la stessa app a metterci sia la creatività che l’audience da raggiungere. Alle aziende, quindi, non resterà che godersi lo spettacolo, e pensare a come sfruttare i lead raccolti.

Brand Effect

Brand Effect fornisce agli utenti strumenti creativi per produrre i propri video come filtri o effetti di realtà aumentata. In questo caso, per lo sviluppo, è fondamentale avere l’aiuto del supporto offerto da TikTok.

In feed ads

Il tipo di annuncio Tiktok più utilizzato: i video che compaiono tra i contenuti organici. La durata massima è sempre di 60 secondi, anche se si consiglia di farli più brevi per mantenere alto l’interesse dell’utente. È possibile segmentare per località, età e sesso.

QUALI SONO I PASSAGGI DA SEGUIRE PER COMINCIARE SUBITO?

  1. Crea un account in Ads Manager: Il primo passaggio consiste nel creare un account su Ads Manager e inserire tutte le informazioni relative all’azienda.
  2. Progetta una campagna e un gruppo di annunci: In TikTok for Business troverai una sezione in cui puoi creare campagne pubblicitarie. Dovrai scegliere tra cinque obiettivi: copertura, traffico, visualizzazioni, conversioni e installazioni di app. All’interno puoi creare tutti i gruppi di annunci di cui hai bisogno rivolgendoli a diversi tipi di pubblico.
  3. Configura la posizione: Scegli il tuo posizionamento. Oltre a TikTok, puoi inserire i tuoi annunci in altre applicazioni correlate come Vigo video, Helo o Pangle. Dettaglia poi il tipo di pubblico che stai cercando con i parametri di localizzazione, età, sesso, lingua, ecc.
  4. Imposta budget e durata della campagna: Scegli quanto vuoi spendere per ciascun gruppo di annunci. Puoi assegnare un budget giornaliero o, semplicemente, stabilire il totale della campagna e lasciare che la piattaforma stessa gestisca e spenda secondo i parametri impostati. Ricordati inoltre di definire il periodo della campagna. Puoi scegliere orari o giorni specifici.
  5. Scegli il tipo di offerta: A seconda del tuo obiettivo, puoi impostare il tipo di offerta. In genere è possibile ottimizzare per la percentuale di clic (CPC) più elevata. Ma si può anche scegliere una strategia che punti sulle impression (CPM). Non dimenticare di indicare il valore dell’offerta ovvero l’importo che sei disposto a pagare per l’obiettivo dichiarato.
  6. Progetta l’annuncio: Il passo più creativo è arrivato, è il momento in cui scatenare la fantasia. TikTok offre molti strumenti, come Video Creation Kit che include svariati modelli di video e oltre 300 opzioni musicali gratuite. Ricorda che l’utente visualizzerà il contenuto dallo schermo del proprio smartphone, quindi adatta il design a questo formato. Questo è uno degli errori che non puoi commettere nei tuoi annunci mobile.
  7. Ottimizza le campagne: Come sempre quando si creano campagne digital, l’ottimizzazione ongoing è un punto fondamentale per ottenere i migliori risultati possibili. Inoltre, ti lasciamo qui altri consigli di TikTok che possono aiutarti nel raggiungere gli obiettivi delle tue campagne.

In conclusione:

Il successo della piattaforma può e deve essere sfruttato da ogni business che ha intenzione di determinare il proprio posizionamento sul mercato, far crescere la propria brand awareness e determinare un alto tasso di conversione che, parliamoci chiaro, è l’obiettivo di ogni azienda, grande o piccola che sia.

Non dimenticare di determinare il tuo target e capisci in fretta come inserirti in quella fetta di mercato e crearti il tuo spazio.

Ora basta parlare. Comincia subito!

E se hai bisogno di una consulenza più specifica non esitare a scriverci e noi saremo pronti ad aiutarti!

Buon lavoro!

TIKTOK ADS
← Torna al Blog
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Ti piace il post? Lascia un commento...x
()
x